Cosmoprof 2015

Cosmoprof 2015

 

A dire il vero non avevo in mente di fare un post riassunto sulla mia prima esperienza al Cosmoprof, ma ho capito che in effetti può essere carino per chi non c'è stato vedere qualche foto, così come leggere le mie impressioni. D'altronde io stessa leggo i post delle altre visitatrici per capire cosa *loro* hanno pensato!

Venerdì mattina ho fatto una bella levataccia alle 6:30 per arrivare all'ingresso del Cosmoprof alle 9:30 precise: l'orario di apertura. Niente file alle cassa dato che quest'anno avevo vinto la lotteria, ovvero ho ricevuto il pass press, valido per l'ingresso gratuito per tutti i giorni della fiera. Appena entrata mi sono fiondata al padiglione 36, il padiglione Nails!

Nailworld 36

La mia prima tappa è stata Color Club, dove ho chiesto parecchie informazioni al muovo distributore italiano, Imec Nails. Il sig. Michele mi ha rassicurata sullo shop online, che rimane attivo pur cambiando indirizzo. Lo stand Color Club è stata davvero una gioia per gli occhi famelici di una smaltara! Pienissimo di nuove collezioni nei loro bei display, e la novità degli smalti mini venduti singolarmente, non più solo all'interno dei set. C'erano anche svariate collezioni Ruby Wings, a cui però non ho dato particolare peso in quanto non sono amante degli smalti che cambiano colore con la luce.

 

Qualche giro per marche sconosciute ai più, ma non a me!

 

E via da Essie, dove a malincuore non c'era niente di interessante dal punto di vista delle novità.

 

Clarissa Nails, al pari di Essie Italia, non aveva niente di interessante in mostra, ma la parete di smalti China Glaze me la costruirei volentieri in casa!

 

Sono poi passata allo stand Faby, dove sono stata accolta davvero gentilmente dalla pr di cui non ricordo il nome (scusa!!). Ha avuto un'infinita pazienza con me, mi ha mostrato tantissime chicche e un mondo a me nuovo, in quanto non avevo mai avuto occasione di vedere gli smalti Faby di persona.

 

Altra tappa d'obbligo è stata OPI, dove ho trovato in super anteprima mondiale la collezione Autunno 2015 dedicata niente meno che a Venezia! Valentina di Sifarma mi ha inoltre parlato della linea Infinite Shine, smalti che si stendono normalmente ma che hanno una lucidità pari a un gel e lunga tenuta.


Proseguendo il mio giro non senza qualche gaffe (ho praticamente smontato lo stand di MIA makeup, la signorina mi ha odiato fortemente) sono approdata da CND dove ho conosciuto Elsa di Like A Candy Shop, e ho buttato un occhio alle nuove collezioni Orly, assistita dal gent.mo Andrea, agente romano.



Veloce passaggio da RobyNails, che purtroppo non distribuisce più Savina, ma si è buttata sul proprio marchio. Peccato che gli smalti non fossero proprio in primo piano. Stand mal concepito secondo me.


Passeggiando tra uno stand e l'altro mi sono imbattuta in Morgan Taylor, che in Italia è da poco venduta alla Rinascente a Milano. Non mi aspettavo lo stand al Cosmoprof e ne sono rimasta estasiata, hanno dei colori davvero bellissimi! Devo dire che ne avrei comprati a decine, ma mi sono auto-limitata a due soli smalti.


Da MoYou Carlotta ci ha mostrato l'ultima arrivata tra le plate, ci ha mostrato qualche trucco per lo stamping, e abbiamo avuto modo di vedere dal vivo i loro smalti.



Finito il padiglione 36 meritata pausa pranzo per riempire la pancia, rilassare i piedi e ricaricare le energie per il secondo round!

Sono ripartita dal padiglione 29, internazionale Europa diciamo. Sono stata accolta dalle ragazze di P2 che sono state orgogliose di annunciarmi l'arrivo del brand da OVS. Lo sapevo già, vale lo stesso? In compenso mi hanno detto che dovrebbe arrivare in sempre più punti vendita, dato che da me non ce n'è l'ombra.


Tappa quasi ovvia dopo P2 è stata quella di Essence e Catrice, dove mi ha prima accolta la pr tedesca, che mi ha fatto poi conoscere Claudia di Simca, l'importatore italiano. Non ho potuto non lamentarmi dello stato degli espositori in Coin e OVS, e dirle quanto sono fortunata ad avere lo Smoll vicino a casa!



Avevo un sacco di tappe segnate nel padiglione 29, lo ammetto, ma alla fine mi ha lasciato un po' delusa, quindi ho varcato il tunnel verso il pad. 30, quello davvero internazionale!

Il pad. 30 è stato sicuramente quello che mi ha dato maggiori soddisfazioni, ho fatto public relations, ho parlato in inglese con persone davvero carine e cortesi, ho avuto qualche dritta, e ho sicuramente appagato la vista.

Credo di aver cominciato da Zoya, dove ho visto le ultime collezioni Satin e Delight, e la nuovissima Nude. Ho anche visto in super anteprima la nuova collezione estiva, che è strepitosa, ma che non ho potuto fotografare perchè non ancora ufficialmente lanciata.

zoya


Da Zoya a Barielle dove mi ha accolta una sig.ra carinissima che mi ha spiegato un sacco di cose, mostrato sia le nuove collezioni che la parte trattamenti, e che mi ha poi "passata" a Roberta, pr di Nailevo, che mi avrà presa per pazza nel mio non sapere che Barielle fosse distribuita in Italia.



Roberta ci ha anche fatto conoscere Emani, brand vegano di cosmetici di alto livello.

Emani

Passeggiando passeggiando mi sono imbattuta in Orly International/SpaRitual dove mi ha accolto un signore molto distinto che mi ha mostrato tutte le creme SpaRitual riservate ai centri estetici, spalmando me e lui delle stesse e omaggiandomi di un siero mani anti-age. Questo signore, udite udite, era niente meno che Jeff Pink, il sig. Orly in persona!!! Avrà pensato che sono proprio una blogger poraccia a non sapere chi fosse, al momento mi sento un essere piccooooolo piccolo a pensarci. E dentro di me sono molto fan-girl nel ripetermi: "Oh cacchio, ho conosciuto il sig. Orly!!!". Non ho parole. In tutto ciò SpaRitual sbarca in Italia grazie a Vasco Cosmetique.



A due passi da Orly International altro pane per i miei denti: China Glaze International, comprensiva di espositore di smalti Salon Perfect! Anche lì ho parlato un signore davvero gentile che mi ha prima detto di parlare con Clarissa Nails, salvo poi darmi qualche dritta lui stesso. E la dritta è il cercare di portare in Italia Salon Perfect, che al momento è un brand esclusivo della catena ameriana Walmart. Se l'affare va in porto con la catena con cui stanno prendendo accordi vi posso dire che praticamente tutte noi li avremo sotto casa! Non posso dirvi di più!
E per tornare a China Glaze c'erano due nuove collezioni in mostra, di cui mi sono innamorata. Non per niente China Glaze è il marchio US che più mi ha rubato il cuore.



Faccio due passi indietro verso Orly Int. per fotografare le nuove collezioni, senza rompere di nuovo le scatole a Mr. Pink. Per la gioia degli occhi insomma.



Addocchio un nuovo brand che si chiama Bandi, i cui smalti mi sembrano la copia degli OPI Infinite Shine. E diciamo che non sono stata smentita.



Mi sono fermata a fare due chiacchiere alla Sinful Colors dove ho raccontato che per fortuna è abbastanza facile trovarli anche in Italia adesso, e ne sono stati ben contenti.

Mi sono poi spostata verso il pad. Green, perdendo forse troppo tempo. Ho però potuto conoscere Viviana allo stand Zuccari che è stata davvero carinissima! Non vedo l'ora di provare la loro crema mani-viso-corpo dopo aver letto solo recensioni positive su quella mani.

Formaggio o sapone?

Di palo in frasca sono finita al 22 (o 22P?) dove mi è stato vietato di fotografare alcune cose che mi interessavano, cosa che mi ha lasciato un po' scocciata dato che mi era stato detto che col pass stampa avrei potuto fotografare tutto. E cmq, considerazione personale, se non vuoi le foto non esporre la roba in una fiera.

In compenso ho trovato il brand norvegese Depend, che avevo già scovato in Italia, e che mi piace molto (e non solo a me, dato che è il brand n. 1 in Svezia per quanto riguarda gli smalti, e il n. 3 se si considera il make-up a tutto tondo). La signorina è stata molto carina e mi ha mostrato tutte le loro linee, che invece non conoscevo, e ho potuto anche vedere un paio di collezioni limitate, che è sempre una gioia per gli occhi.



Come una pallina da ping pong sono tornata al 26 da Hair Line Diffusion (Chresy e Lady Lya), dove Gabriele è stato davvero gentilissimo! Mi sono brillati gli occhi alla vista del grandissimo stand Lady Lya, di solito io trovo sempre quello piccolo in legno. E invece c'è tutto un altro mondo! Gli ho chiesto qualche info in merito alla distribuzione e mi ha dato qualche dritta, mentre niente da fare per Chresy dalle mie parti.

 
Ultima tappa Andy Maid, brand che non conoscevo, ma il cui stand ci ha attratte da subito: pareti e pavimento piene di smalti *__* Un grazie a Maria Vittoria per averci parlato del marchio!

 

Spero di non aver dimenticato nessuno e voglio davvero ringraziare tutti i e le pr che mi hanno pazientemente sopportato nei vari stand rispondendo alle mie mille domande, nonchè tutte le persone che hanno parlato con me e che non erano propriamente i pr, e anche Francesca e Cristina che mi hanno accompagnata.

Nota di polemica invece per quei/quelle pr che non sanno fare il loro mestiere e che ti rispondono male o danno per scontato che sei lì solo a scroccare roba gratis. Alla domanda: “Posso essere inserita nella mailing list per le blogger, se l’avete, per ricevere le cartelle stampa sulle nuove uscite e collezioni?”, mi è stato risposto:

a) “Per scelta aziendale noi non mandiamo prodotti gratis”. Eppure l’italiano non è un optional e io di prodotti gratis non ne ho proprio parlato, i soldi per uno smalto grazie al cielo ce li ho.

b) “Ma tu nelle recensioni cosa scrivi?” Cosa vuoi che scriva, ciccia? Le mie impressioni magari?

E non continuo perchè di persone maleducate ne ho incontrate più d’una, ma per fortuna molte meno di quelle che invece sono state davvero gentili e pazienti.

Che dire per concludere? Se dovessi riassumere il mio primo Cosmoprof in una parola sola, sarebbe "MASSACRANTE", ma forse ne è valsa pena!

TAGS:

CONVERSATION

35 commenti:

  1. Grazie per questo bellissimo resoconto, e anche per avere un po' rappresentato noi blogger italiane alle aziende straniere. Spero che l'affare China Glaze vada in porto perché la cosa mi renderebbe mooooolto felice.

    ReplyDelete
    Replies
    1. L'affaire Salon Perfect in realtà! China Glaze si trova già, e devo dire anche a buon prezzo. Essere una blogger con le aziende straniere è una cosa normalissima, è da noi che c'è un modo sbagliato di vedere la categoria, o forse poca voglia o capacità di saper scremare tra blogger e blogger.

      Delete
  2. Massacrante è proprio calzante come definizione, nulla da dire!
    Cmq sei stata saggia a suddividere la visita in due giorni, forse il prossimo anno provo anche io questa tattica. Vorrei farti i complimenti per il tuo inglese: ad un certo punto tornando da Depend ti ho trovata che intrattenevi lo stand intero con varie facezie, tanto che stavano tutti ridendo alle tue battute!
    Non mi meraviglia che tu sia riuscita a conquistare anche mr. Orly in persona ^_^

    ReplyDelete
    Replies
    1. Macchè saggia!! Mica lo sapevo che sarei tornata il giorno dopo! La Cri mi ha buttato giù dal letto :D
      Far ridere dei norvegesi dev'essere mica facile in effetti :D :D

      Delete
  3. Ciao Simona, bellissimo post e magnifico resoconto... speriamo davvero che China Glaze arrivi anche da noi, sarebbe stupendissimo :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. China Glaze c'è già da noi! E' Salon Perfect che dovrebbe arrivare!

      Delete
  4. Spero che portino anche China Glaze sotto casa!!! =)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non c'è Capello Point dalle tue parti?

      Delete
    2. Sì, in due cc scomodissimi... c'è il distributore relativamente vicino, ma ho trovato le novità da Capello Point e non da loro. Allo stesso prezzo, se permetti...

      Delete
  5. Che bello, sono estasiata *_* Mentre leggevo il tuo racconto, mi immaginavo di curiosare assieme a te i vari brand e ci sono riuscita. Hai raccontato la tua avventura molto bene, grazie mille per avermi fatta sognare :D Spero di riuscire ad andare almeno una volta...prima o poi :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non sai quanto mi fa piacere questo commento!

      Delete
  6. Io un giorno ci andrò, e mi ci farò chiudere dentro! Comunque in molti hanno il vizio di capire cartella stampa=voglio che mi dai roba gratis, senza che tu abbia neppure accennato alla cosa

    ReplyDelete
    Replies
    1. Molte persone si pongono anche male, solo bisognerebbe saper capire chi hai davanti e ascoltare. E' anche quello il lavoro di un/una pr.

      Delete
  7. Grazie per il resoconto dettagliato, mi piace molto come l'hai organizzato! Speriamo sia un buon anno per la distribuzione di certi marchi in Italia :>

    ReplyDelete
  8. Concordo con Barbara, bel post e con la sensazione di "girare" insieme a te!
    Adesso però hai aperto delle voragini nella mia conoscenza di alcuni marchi (posso dire, di alcuni, di non averli mai sentiti?? Ora mi documento! :D ) e ho 20 schede aperte con tutti i tuoi album di foto che adesso mi guardo. :)
    Baciiii

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ahah mi fa piacere avervi avuto con me mentre passegiavo :D

      Delete
  9. Fantastico reportage di viaggio, Barbara ha perfettamente ragione! *___*

    Onta e biasimo per le/i pr maleducate/i: se penso che magari hanno seguito tanto di corsi di laurea e master appositi... Bleah! Pessimo anche il loro accostamento immediato --> mailing list = scroccaggio

    ReplyDelete
    Replies
    1. Tu dici che sono pure laureate? Non commento perchè potrei diventare offensiva :D

      Delete
  10. I didn't understand a word of the blog post itself but I loved looking at all the pictures haha! :)

    ReplyDelete
  11. Complimenti per il post, esaustivo e ben documentato (di foto). Altro non saprei dirti, mi sa che ci siamo già dette tutto di persona. :D

    ReplyDelete
  12. Anche per me era il primo cosmoprof (il mio precedente è stato un vecchio intrecharm, tutt'altra cosa)! Mi sono divertita un sacco e - sorpresa sorpresa - non ho praticamente fatto foto XD

    ReplyDelete
    Replies
    1. Io taaaante! Queste sono solo quelle che ho scelto >_<

      Delete
  13. i would go bananas among all these bottles *.*

    ReplyDelete
  14. Immagino sia stancante ma deve essere una bellissima esperienza, spero di andarci anche io prima o poi :)

    ReplyDelete
  15. rosico da morire per non essere riuscita a vedervi, ne avevamo parlato con Cristina ma sono riuscita a dimenticarmi il powerbank a casa in uno dei tre giorni l'anno in cui mi sarebbe stato indispensabile...

    a parte ciò che post favoloso, io della parte unghie ho visto relativamente poco (un po' per tempo mancante, in parte per scelta... tipo da Faby mi sono innamorata di almeno 20 smalti, sono fuggita per non comprare niente. Non mi sono neanche presentata come blogger XD), la parete dei China Glaze mi ha lasciata con la mascella spalancata e gli occhi a cuore per 10 minuti XDDDDD

    ReplyDelete
  16. Resoconto molto carino che ho tempo di leggere solo ora... Mi farebbe piacere girare con te magari l'anno prossimo, ho idea che ne vedremmo delle belle :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Vai avanti tu che mi vien da ridere? :D A parte le battutacce lo sai che mi piacerebbe!

      Delete

Thank you for taking the time to visit my blog! Please feel welcome to leave a comment, it would make my day! If you have a blog in your profile I will come visit you soon, but please do not leave links.
--
Grazie per aver visitato il mio blog. Sappiate che un commento fa sempre piacere :) Per favore non lasciate link, se avete un blog nel vostro profilo lo visiterò al più presto!

Instagram

Follow me
Back
to top